• Lifestyle
    • Arte e Cultura

Lodi in un weekend

Cielo, natura e relax. Scopri Lodi e dintorni in 48 ore. Tra il segno di Renzo Piano e i gioielli d'arte del centro storico

Al centro di un viaggio tra le distese agricole della pianura e i boschi che inseguono le rive dell’Adda, Lodi è una scoperta. Una città dove il passato si chiama Federico Barbarossa e il presente è firmato Renzo Piano. 

L’Imperatore la rifondò nel 1158, dopo che era stata rasa al suolo dai milanesi. L’archistar ne ha progettato la sede della Banca Popolare come uno spazio pubblico con auditorium e piazza coperta. Nel mezzo c’è la Lodi Liberty, quella di Casa Biancardi, della facciata dell’autorimessa Fiat o di Casa degli Angeli o, ancora, di Casa Arosio, dalle vetrate colorate. Camminando per le vie del centro a caccia di indizi tra Otto e Novecento su facciate, balconi e cancellate dei palazzi, si disegna una città nella città. 

Con lo sguardo all’insù. Voluto nel 1487 dai cittadini di Lodi per celebrare un miracolo, il Tempio Civico di Santa Maria Incoronata è l’autentico landmark della città, dall’impianto ottagonale in mattoni progettato da Battaggio, allievo del Bramante. Dentro, tra dorature e affreschi, tavole dipinte e marmi, è custodito uno scrigno rinascimentale che raccoglie opere dal Quattrocento all’Ottocento, in cui spicca la mano del Bergognone. 

Andar per festival. Mostre internazionali, video proiezioni, grandi autori. È il “Festival della Fotografia Etica” che a ottobre si impossessa della città. A settembre, piazza della Vittoria si riempie di profumi e sapori del territorio. Eccellenze gastronomiche come il formaggio panerone o il salame di struzzo sono protagoniste di “Le Forme del Gusto”. Altro happening culinario è la “Rassegna Gastronomica del Lodigiano”, tra ottobre e dicembre. Appuntamento nei ristoranti della città per assaggiare menu ad hoc: uno per tutti, Zucca e Castagna. 

Sulle rotte del relax. Il lato rilassato di Lodi corre lungo l’Adda. Può essere solo una breve passeggiata nella “Foresta di Pianura” subito fuoriporta, oppure una crociera alla ricerca del falco di palude fino alla torre medioevale di Pizzighettone. O ancora, una gita lungo i 200 chilometri di piste ciclabili che saltano da una sponda all’altra. Molte le opportunità per un fiume da vivere a 360 gradi.

Il Liberty, un tempio rinascimentale, i grandi festival, i portici, l’Adda: cinque strade diverse che portano a Lodi

Portami qui: Lodi in un weekend

Dello stesso tema

10 motivi per visitare Lodi

Parchi e musei civici. Ceramiche e formaggi tipici. Una piazza completamente porticata. Ma non solo. 10 motivi per visitare Lodi
  • Lifestyle
10 motivi per visitare Lodi

Settembre in Lombardia

Concerti, gare sportive, grandi mostre, eventi culinari. Scopri gli eventi imperdibili del mese di settembre in Lombardia
  • Lifestyle
Settembre in Lombardia

Arte in tavola, maioliche lodigiane

Una tradizione millenaria tramandata dai Romani
  • Lifestyle
Maioliche di Lodi, artigianato lombardo

Ciak #inLombardia

Non perderti lo spettacolo! Partecipa al bando che promuove la Lombardia come set cinematografico. Hai tempo fino al 30 settembre
  • Lifestyle
Ciak #inLombardia

15 eventi di ottobre in Lombardia

  • Lifestyle
15 eventi di ottobre in Lombardia

Lodi in un weekend

Cielo, natura e relax. Scopri Lodi e dintorni in 48 ore. Tra il segno di Renzo Piano e i gioielli d'arte del centro storico
  • Lifestyle
Lodi

Novembre in Lombardia: 6 appuntamenti top

Dal genio di Bansky ai primi eventi di Natale. Cosa fare in Lombardia dal 16 al 30 novembre
  • Lifestyle
Eventi Novembre in Lombardia